Asse Sempione 14 ottobre 2011 “Riflessioni dopo il viaggio nei lager del maggio 2011

Legnano –

L’obiettivo di questo incontro non è il semplice rivederci dopo il viaggio di maggio. Tra pochi mesi ci sarà il Giorno della Memoria (27 gennaio ‘12). Sarebbe importante che in questo incontro nascessero idee, forme di collaborazione, voglia di fare qualcosa insieme per dare sostanza a questa ricorrenza.” Così il Prof. Giancarlo Restelli, alla apertura della serata “Viaggio in un mondo fuori dal mondo” -Riflessioni dopo il viaggio nei lager nazisti del maggio 2011-Organizzata con il presidente del consiglio comunale Paolo Campiglio, con le scuole partecipanti, studenti, genitori ed insegnanti. Il professore , continua “  Il bilancio della collaborazione con le scuole di Legnano è ampiamente positivo, anche in seguito a questo incontro. Come Anpi abbiamo lavorato con quasi tutte le scuole della nostra città. Quest’anno la collaborazione per il Giorno della Memoria è con il Liceo Galilei.” Restelli ha motivato, quindi , la data dell’assise. “Prima di dare la parola agli studenti, qualche breve appunto di carattere storico. Oggi è il 14 ottobre e ci è parso il giorno migliore per questa riunione. Il 16 ottobre del 1943, ossia 68 anni fa, ci fu la terribile razzia nel ghetto di Roma che si concluse con 1.023 ebrei italiani deportati ad Auschwitz di cui ritornarono solo 17 persone finita la guerra.” Ed ha continuato nella sua relazione ( che alleghiamo). Il presidente , nelle vesti di padrone di casa, ha portato la sua esperienza ed ha fatto da moderatore. “Ho partecipato per due volte a questa toccante esperienza. Emozioni personali si incrociano al ruolo istituzionale: dobbiamo in qualità di amministratore pubblico, passare l’esperienza a quelli che non hanno visto, non hanno partecipato al viaggio della memoria”. Il progetto voluto dall’Anpi di Legnano, Provincia di Milano ha premiato giovani dei vari istituti della città per il viaggio nei luoghi dell’orrore nazista: la visita ai campi di concentramenti di Dachau, Ebensee, Auschwitz, Mauthausen.

La parola agli studenti dei vari istituti: dall’itis Bernocchi, all’Ipsia , al liceo Galilei, all’istituto Melzi, alll’istituto Dell’Acqua, i ragazi hanno preparato presentazioni in power point, per raccontare in modo personale , la loro esperienza. Tutte toccanti, con il loro linguaggio: l rock degli studenti dell’Itis Bernocchi , alla musica classica delle ragazze del liceo Galilei, alternate da letture di poesia con l’immancabile “Se questo è un uomo” di Levi e riflessioni dei ragazzi del Dell’acqua. “Una serata toccante” ha commentato il presidente Anpi Legnano Carlo Botta che ha aggiunto “ Non ho parole. Dai vostri lavori emerge una sensibilità toccante” ed insieme al presidente Campiglio hanno premiato Stefania Zacchello per un lavoro sull’olocausto per l’esame di Storia delle società Europee .
Ha concluso il prof. Luigi Marcon dell’Itis Bernocchi , dopo l’intervento dei proff.  Dell’Acqua del Dell’Acqua, Adriano Stellica del Liceo Galilei, e del consigliere comunale Marazzini,  che ha mandato un messaggio ai giovani ispirandosi al fondatore di Apple, Steve Job “ Ragazzi siate affamati di conoscenza, siate voi stessi e pensate con la vostra testa”. Sembra proprio questo il messaggio da trasmettere ai giovani in un momento di omologazione e difficile che stiamo attraversando. La serata si è conclusa con brani musicali dei Numantini, sempre sensibili al tema , che hanno ripresentato “Auschwitz” facendo rabbrividire i presenti.
Enzo Mari per Asse Sempione