Legnano nella Grande Guerra. Assesempione dicembre ’17

Inaugurata all’Olmina la mostra Come eravamo

Inaugurata all’Olmina la mostra Come eravamo. Quinta edizione ricca di memorie legnanesi.

Legnano – Domenica 17 dicembre, si è svolta intorno a mezzogiorno l’inaugurazione della quinta edizione della mostra “Come eravamo…”. Nel salone teatrale del centro Olmina, il professor Restelli ha tagliato il nastro di ingresso aprendo ai visitatori le due tracce espositive, tra storia e memoria di una Legnano che non c’è più ma di cui rimane ben vivo il ricordo.

Legnano nella Guerra, curata dalle Associazioni dei Mutilati e dall’Associarma su testi e ricerche di Renata Pasquetto e Giancarlo Restelli.
Legnano da fine Ottocento agli inizi del Novecento.

Percorsi che inevitabilmente si intrecciano, dai pannelli alle teche che raccolgono materiale vario: alcune con fotografie d’epoca, cartoline e documenti di Guerra, testi di chiesa e Santini, libri che raccontano gli ultimi scampoli del 1800; e altre con materiale del Museo industriale di Legnano curato dall’associazione TTSLL (Testimonianze Tecnico Storiche del Lavoro nel Legnanese) che mostrano gli attrezzi dell’epoca per il meccanico e per il tessile, con due telai jacquard e un antico torcitoio, il tutto arricchito da cartelle di studio dipinte a mano, di alunni dell’Istituto Professionale Tessile Bernocchi (per gentile concessione di Adelio Marinoni, appassionato ricercatore di antichità legnanesi).

Una mostra che racchiude documenti e oggetti a cavallo di due secoli, per raccontarci quei giorni attraverso la visione di attrezzi, libri e documenti, le mode e il lavoro, la scuola e la devozione. La Stazione di Legnano, la piazza San Magno, i ponti sull’Olona, il ciclone del 1910 con foto e documenti, mappe e proclami in pannelli di facile lettura.

Grazie a Gianni Pedrotti e ai collaboratori questa bella storia, la nostra, che ancora una volta hanno saputo raccontarci. E alla parrocchia dell’Olmina per la consueta ospitalità.

La mostra resterà aperta da domenica 17 dicembre fino a domenica 7 gennaio, presso il salone teatrale del Centro Parrocchiale in via Olmina 16.

Gigi Marinoni